Calcolo rata prestito: l’importanza di effettuarlo prima di scegliere un prestito personale

Se siete alla ricerca di un prestito personale probabilmente avete una spesa importante oppure improvvisa da dover sostenere. Può trattarsi dell’acquisto di una nuova automobile oppure di una moto o di uno scooter, dell’acquisto di nuovi mobili per la propria abitazione o di un elettrodomestico in sostituzione di quelli che già avete che risultano ormai obsoleti o che con il passare del tempo si sono rotti. Può trattarsi dell’acquisto di un computer, di un tablet o di uno smartphone di ultima generazione, ideali sia per il tempo libero che per il lavoro, oppure dell’acquisto di biglietti aerei particolarmente costosi per intraprendere un meraviglioso viaggio in giro per il mondo. O forse, semplicemente, avete bisogno di un po’ di liquidità in più per riuscire a sostenere nel miglior modo possibile tutte le vostre spese quotidiane, come bollette e spesa alimentare, in un momento particolarmente complesso dal punto di vista lavorativo.

Qualunque sia il motivo che vi spinge alla ricerca di un prestito personale, è di fondamentale importanza che chiediate dei preventivi online e che effettuiate il calcolo rata prestito. Anche il calcolo della rata può essere effettuato direttamente online, utilizzando gli appositi form messi a disposizione dalle banche. Non dovete far altro che inserire l’importo del credito che avete intenzione di chiedere, la tipologia di prestito che desiderate ottenere e il numero di rate per ripagare il debito: in pochi istanti comparirà sullo schermo del computer, del tablet o dello smartphone l’importo della rata mensile che dovreste pagare alla banca, importo in cui rientra il credito che avete chiesto, i tassi di interesse, il guadagno che la banca vuole ottenere, tutte le spese insomma necessarie. Leggi tutto “Calcolo rata prestito: l’importanza di effettuarlo prima di scegliere un prestito personale”

Prestito Bancoposta 2017: Tutto quel che devi sapere

Avere un prestito personale in pochi giorni, a condizioni convenienti e senza troppi moduli da firmare è il sogno di tutte quelle persone che desiderano ottenere un po’ di liquidità per poter soddisfare i propri bisogni finanziari.
Ebbene: se tra queste persone ci sei anche tu (e ti possiamo garantire che saresti in buona compagnia!) ti conviene leggere le prossime righe con attenzione e calma, poiché ti guideremo, passo dopo passo, all’ottenimento di un prestito BancoPosta in modo rapido, semplice e conveniente!

Se cerchi un articolo completo su tutti i servizi di poste italiane ti rinviamo alla guida al prestito bancoposta di Marco Germanò, uno dei maggiori esperti nel settore prestiti nella blogosfera, dove troverai elencati e spiegati tutti i servizi nel dettaglio. Se invece vuoi una veloce panoramica per capire se questo finanziamento postale può fare per te, continua a leggere!

Cos’è il Prestito BancoPosta

Se non sai cosa è il Prestito BancoPosta (sito ufficiale: https://www.poste.it/prodotti/prestito-bancoposta.html), ti consigliamo di investire i prossimi 30 secondi nel leggere queste righe. Se invece sai veramente tutto su questa tipologia di finanziamenti, puoi passare direttamente al prossimo paragrafo.

Prestiti BancoPosta

Premesso ciò, ti ricordiamo che il Prestito BancoPosta è un finanziamento disponibile in tutte le agenzie postali, con il quale potrai ottenere fino a 30 mila euro da restituire in un programma di rimborso che può durare tra i 24 e gli 84 mesi. Il tasso di interesse sarà fisso, assicurandoti così una rata sempre fissa per l’intera durata del tuo prestito.

Ricordati altresì che puoi godere di alcune interessanti opzioni di flessibilità: Poste Italiane ti permette infatti di modificare l’importo della rata o, se vuoi, spostare alla fine del finanziamento il pagamento.

Considerando che abbiamo dedicato tanti approfondimenti ai prestiti postali, ti rinviamo a tali focus se vuoi saperne di più!

Requisiti Prestiti BancoPosta

Se sei arrivato fino a questo punto è perchè, probabilmente, vuoi sapere esattamente tutto quello che devi fare per poter richiedere un credito BancoPosta. Prima di vedere, passo dopo passo, come richiedere il finanziamento postale, concentriamoci però sui requisiti che devi necessariamente avere per poter arrivare al prestito in questione. Nessuna paura, sono solamente 3! Ecco quali:

  • Documento di identità in corso di validità: puoi portare la carta di identità o il passaporto. È fondamentale che si tratta di un documento riconosciuto, emesso da autorità pubbliche, munito di foto.
  • Tessera sanitaria regionale (serve per rilevare il codice fiscale)
  • Documento di reddito: a seconda del tuo status potrai portare le ultime buste paga e la certificazione unica, il modello 730, il modello Unico o ciò che usi per la tua dichiarazione dei redditi.

I documenti potrebbero però non esser finiti qui. I motivi sono due:

  1. Se Poste Italiane lo richiede, potrebbe essere necessario coinvolgere all’interno del prestito anche un garante. In questo caso, i documenti di cui sopra dovranno essere portati anche con riferimento al tuo fideiussore.
  2. Alcuni prestiti richiedono per normativa interna alcuni nuovi documenti. Pensa, ad esempio, al prestito per consolidamento dei debiti, che ti permetterà di estinguere tutte le tue passività e sostituirle con un unico finanziamento postale. In tal caso, ai documenti di cui sopra dovrai aggiungere anche i preventivi per l’estinzione dei debiti che vuoi sostituire.

Come richiedere i Prestiti BancoPosta

Vediamo ora in che modo puoi richiedere i Prestiti BancoPosta. Una volta che ti sei reso conto di avere tutti i requisiti utili, puoi recarti sul sito internet poste.it e, di qui, nella sezione dei prodotti finanziari e dei prestiti personali. Ti troverai davanti questa schermata:

Appuntamento Poste

Le scelte che potrai fare sono due. Con la prima, Prendi Appuntamento, riuscirai a fissare una consulenza con l’agenzia postale di tuo riferimento. Per poter usare questa funzione dovrai però essere titolare di un contratto di Servizi Internet con le Poste.

Se invece non sei cliente di Poste Italiane, puoi procedere con un clic su Cerca Ufficio Postale. Come potrai ben immaginare, si tratta di una funzione che ti permetterà di trovare l’ufficio postale più vicino a casa tua. Indicando la città o il CAP di tuo gradimento, scoprirai immediatamente quali sono le agenzie più vicine al tuo domicilio, quali sono i servizi proposti al suo interno e, ovviamente, i contatti utili per telefonare e prendere un appuntamento.

Ora che hai fissato un appuntamento con un consulente dell’ufficio postale, non ti rimane altro da fare che… andarci! Qui ti verranno proposte tutte le soluzioni alle tue esigenze, e ti verranno forniti alcuni preventivi. Non avere tempo nel firmare le richieste di prestito: puoi prenderti qualche giorno di tempo per poter consultare con calma e attenzione tutti i documenti che ti sono stati forniti. Quando poi sarai convinto e deciso sul da farsi, potrai richiamare il consulente e fissare un nuovo appuntamento che ti permetterà di procedere con il passo successivo.

Poste ItalianeA proposito di passi successivi, quello più importante sarà rappresentato dalla firma della domanda di prestito: oltre a dare il via al processo istruttorio, infatti, la firma dei moduli permetterà a Poste Italiane di accedere ai tuoi dati nella Centrale Rischi e, dunque, comprendere se hai altri finanziamenti, se hai rate in ritardo, se sei o meno un cattivo pagatore, e così via. Proprio per questo motivo ti consigliamo vivamente di agire con grande trasparenza e chiarezza: se ci sono stati problemi nella restituzione di qualche finanziamento, parlane subito con il tuo consulente, e ancora prima di firmare la domanda.

Dal momento della tua richiesta passeranno alcuni giorni prima che Poste Italiane ti chiami per dirti se è stata o meno accettata. Nel caso in cui la delibera sia positiva, fisserai un nuovo appuntamento per sottoscrivere i contratti e ottenere così l’erogazione dei soldi che hai domandato. Facile, no?

Prestiti BancoPosta: tassi ed esempio

Concludiamo infine il nostro approfondimento odierno sui finanziamenti BancoPosta con un focus sui tassi e su un esempio.

Il tasso sui Prestiti BancoPosta è attualmente pari all’8,90%, in misura fissa. Ipotizzando che tu richieda un prestito di 8.000 euro, da restituire in 60 mesi, la rata che dovrai pagare sarà di 165,68 euro. Ne deriva che alla fine dei 60 mesi avrai restituito 9.980,53, ovvero gli 8.000 euro di quota capitale e 1.980,53 euro di costi, principalmente rappresentati dagli interessi debitori per 1.940,80 euro e, in misura più ridotta, dall’imposta sostitutiva / di bollo applicata al contratto per 16 euro, e da interessi di preammortamento per 23,73 euro (l’esempio ipotizza che l’erogazione sia effettuata il 15 del mese). Ulteriori info sul prestito bancoposta le puoi trovare nel video ufficiale:

E tu che ne pensi? Hai delle domande da porci?

Miglior prestito personale maggio 2016

Prendiamo oggi in esame la situazione dei prestiti personali per il mese di maggio. A questo scopo, abbiamo simulato sul portale http://www.prestitionline.it la richiesta di un finanziamento con queste caratteristiche:

Miglior prestito personale maggio 2016

  • importo richiesto – 30mila euro
  • durata del prestito – 60 mesi
  • richiedente – 50enne dipendente a tempo indeterminato residente a Napoli
  • finalità del finanziamento – ristrutturazione casa

Leggi tutto “Miglior prestito personale maggio 2016”

Prestiti veloci anche per cattivi pagatori

I prestiti veloci: Sono erogati a chi ha bisogno di denaro in tempi stretti e di solito non superano i cinquemila euro. Differiscono da quelli personali, perché l’accredito è fatto entro due giorni dall’accettazione della richiesta dalla banca o finanziaria. Possono essere chiesti sia agli sportelli, che online, con una maggiore velocità di evasione della domanda nel secondo caso.

soldi

Procedura

Per chiedere un prestito veloce bisogna compilare un modulo con i propri dati anagrafici, il lavoro e il reddito, la somma desiderata e la durata del finanziamento. Al form devono essere allegate la copia di un documento d’identità e del codice fiscale e le ultime buste paga o l’ultima certificazione unica, in caso di lavoratori dipendenti o autonomi, il cedolino della pensione nel caso di pensionati. Ricevuta la domanda, l’istituto di credito la valuta e, se l’approva, accredita la somma desiderata entro quarantott’ore.

Garanzia

Poiché gli importi chiesti con i prestiti veloci non sono molto alti, le banche o le finanziarie possono anche non chiedere la presenza di un garante, soprattutto se ritengono che il reddito mensile del richiedente sia sufficiente.

Assenza di busta paga

Per lo stesso motivo per cui può non essere necessario un garante, il prestito veloce è accordato anche a persone senza un lavoro stabile. Tuttavia, è necessario dimostrare di poter restituire il denaro, tramite la presenza di proprietà immobiliari o redditi diversi.

Assicurazione

Di solito si stipula una polizza assicurativa, come precauzione per il richiedente e l’istituto di credito, se il primo perdesse il lavoro, si ammalasse in modo invalidante per il corretto svolgimento dell’attività, o morisse.

CATTIVI PAGATORI

Nel caso di cattivi pagatori, che sono persone con una storia di pagamenti non effettuati, o estinti in modo non puntuale, gli istituti di credito impiegano più tempo a valutare la domanda di prestito veloce, per assicurarsi che il richiedente sia effettivamente in grado di restituire quanto eventualmente concesso. Se l’esito della valutazione è positivo, anche in questo caso l’accredito avviene entro due giorni. Leggi tutto “Prestiti veloci anche per cattivi pagatori”